Versamenti tributari e contributivi: le sospensioni del Ristori quater

Con l’entrata in vigore del decreto Ristori quater sono diventate operative le sospensioni relative ai termini per il versamento del secondo acconto 2020 dell’imposta sui redditi e dell’IRAP, delle ritenute alla fonte, dell’IVA e dei contributi previdenziali e assistenziali in scadenza nel mese di dicembre. L’analisi delle nuove proroghe richiede di fare ordine nella selva degli interventi sospensivi di questi mesi.

Leggi l’approfondimento scritto dal dott. Dario Fiori per il quotidiano IPSOA.

Leggi anche la circolare informativa realizzata dallo Studio Fiori sul decreto Ristori quater.

TFR: acconto dell’imposta sostitutiva entro il 16 dicembre

Redditometro

Il 16 dicembre scade il termine per versare l’acconto dell’imposta sostitutiva sui redditi derivanti dalle rivalutazioni dei fondi per il trattamento di fine rapporto. L’articolo esamina i profili più importanti dell’adempimento: la misura e il metodo di calcolo dell’imposta; i datori di lavoro obbligati e quelli esclusi; i casi di esonero e il versamento tramite F24.

Leggi l’approfondimento del dott. Dario Fiori pubblicato sul quotidiano IPSOA.

Guarda anche l’approfondimento dello studio Fiori sul Tfm

Il decreto Ristori quater: una sintesi dello Studio Fiori

Il 30 novembre 2020 è stato pubblicato l’atteso decreto legge n. 157/2020 (c.d. decreto Ristori-quater), che ha disposto tra le principali misure: la sospensione di alcune scadenze fiscali; l’ estensione dell’ambito di applicazione del contributo a fondo perduto; gli indennizzi a favore degli stagionali del turismo, dello spettacolo e del settore sportivo; l’istituzione di nuovi fondi, nonché alcune novità in materia di cassa integrazione.

Scarica la circolare informativa dello Studio Fiori, sugli interventi più rilevanti del decreto.

Le sospensioni dei Decreti Ristori e Ristori-bis: impianto normativo e incertezze applicative

Tra le tante misure di sostegno previste dai Decreti 137/2020 e 149/2020 (c.d. Ristori e Ristori-bis), necessarie per compensare gli inevitabili effetti negativi sull’economia del D.P.C.M. 3 novembre 2020, uno spazio rilevante è riservato al rinvio di una serie di scadenze fiscali e contributive. L’approfondimento curato dallo Studio Fiori occupa di esporre e analizzare l’impianto normativo delle misure sospensive approntate, con particolare attenzione alle disposizioni che intervengono sul pagamento dei contributi previdenziali e assistenziali del mese di novembre, la cui confusa formulazione ha creato dei dubbi interpretativi di non poco conto.

Scarica l’approfondimento curato dallo Studio e pubblicato sulla rivista “La Circolare di lavoro e previdenza” n. 46/2020 di Euroconference S.p.A.

Decreti Ristori e Ristori bis: sospesi solo i versamenti dei contributi in scadenza a novembre

Studio commercialista Roma- consulenza fiscale

Quali sono i contributi effettivamente interessati dalla doppia sospensione approvata dai decreti Ristori e Ristori bis? L’INPS fornisce chiarimenti prima con la circolare n. 128 e poi con la circolare n. 129 del 2020, alle quali fa seguito il messaggio n. 4361 del 20 novembre 2020, che estende la sospensione dei versamenti anche ai datori di lavoro con unità produttive od operative ubicate nelle regioni Campania e Toscana. Secondo l’Istituto, le disposizioni emergenziali fanno riferimento ai versamenti previdenziali in scadenza a novembre e non ai contributi di competenza del mese di novembre e con scadenza al 16 dicembre 2020.

Leggi l’approfondimento pubblicato da Dario Fiori sul quotidiano IPSOA.