Lavoratori impatriati: dichiarazione integrativa non utilizzabile per l’adesione “tardiva”

Il lavoratore impatriato che non abbia formulato richiesta di fruizione del regime fiscale di favore al proprio datore di lavoro, né ne abbia dato evidenza nella relativa dichiarazione dei redditi i cui termini di presentazione risultano scaduti non può presentare una dichiarazione integrativa a favore. E’ quanto ha chiarito l’Agenzia delle Entrate con la circolare n. 33/E del 2020.

Si tratta di una interpretazione dell’Agenzia delle entrate che desta, però, molti dubbi!

A tal riguardo, il dott. Dario Fiori ha pubblicato un approfondimento sul quotidiano IPSOA.

Se desideri ricevere una consulenza in merito all’applicazione del regime degli impatriati contattaci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.